27.11.2019 – Dal 7 dicembre al 6 gennaio 2020 sarà visitabile, presso Palazzo Beltrani a Trani, la mostra sulla fotografa Tina Modotti.  Cinquanta immagini della galleria berlinese #Bilderwelt, a cura di Alessia Venditti. Testi di Francesca Macera e Sara Esposito.

Una vita movimentata e avventurosa la sua. Donna poliedrica, fotografa e rivoluzionaria di origini friulane emigrata negli Stati Uniti e poi trasferitasi in Messico, dove partecipò attivamente alla fervida vita culturale e politica che negli Anni Venti del Novecento animò il Paese.

Nel mondo della fotografia il suo nome è legato a filo doppio a quello del fotografo Edward Weston, di cui fu modella, musa e amante e che la fece diventare una fotografa di fama internazionale.

Iniziato in Italia, il suo percorso umano ed artistico la portò a Los Angeles, Hollywood, San Francisco, Città del Messico, Spagna, Russia per poi ritornare nel suo amato Messico. Lo spirito creativo e la sua indole di attivista rivoluzionaria furono le leve che la spinsero a spostarsi da un Paese all’altro.

Con il suo fascino di donna creativa ed indipendente fece innamorare molti uomini, di altri ne divenne sodale, incrociando il suo cammino con personaggi del calibro di Diego Rivera, Frida Khalo, David Alfaro Siqueiros, Robert Capa, Ernest Hemingway e Jon Dos Passos. Amica di Pablo Neruda, suoi i versi che celebrano la vita di Tina Modotti, alcuni dei quali sono incisi come epitaffio sulla sua lapide a stigmatizzare la sua indomita esistenza “non muore il fuoco”.

7 dicembre 2019 – 6 gennaio 2020

Palazzo delle Arti Beltrani

Via Beltrani, n. 51

76125, Trani BT

Orari di apertura: dal martedì alla domenica, 10.00 – 18.00

Biglietteria: intero 8,00 euro/ridotto 4,00 euroTina Modotti